STUDIO LEGALE
SCAFETTA
avvocato ricorso ricostruzione carriera docenti
consulenza legale online
consulenza legale on line
Roma - tel. 06 83394702
Napoli - tel. 081 19309763
info@studiolegalescafetta.it

Ricostruzione carriera docenti

Lo Studio effettua i ricorsi degli insegnanti per il riconoscimento del servizio effettuato per mobilità verticale e in pre-ruolo, ai fini della ricostruzione della carriera.

Per aderire non è necessario effettuare alcuna iscrizione ad associazioni o sindacati, le procedure saranno gestite direttamente dallo Studio, a stretto contatto con i ricorrenti.

Il cliente può scegliere se effettuare un ricorso individuale o collettivo. Nel secondo caso i costi saranno molto più contenuti, anche in considerazione del fatto che le spese di bollo saranno suddivise tra il numero dei partecipanti.

Prescrizione

La prescrizione ai fini del ricorso è di dieci anni, quella per i benefici economici è di cinque anni.

Qualora si intenda avviare un'azione legale, è opportuno contattarci per tempo, al fine di evitare il decadimento del diritto.

Requisiti

Per fare domanda occorre aver effettuato e superato il periodo di prova.

Per i professori i periodi utili per la ricostruzione sono quelli di insegnamentocon contratto a tempo determinato, aventi durata minima di 180 giorni per ogni anno scolastico.

Per il personale ATA si conteggiano i periodi di lavoro svolto senza essere di ruolo.

Tempi

In passato la domanda poteva essere presentata al dirigente dell'istituto in qualsiasi momento.

Con l'introduzione del decreto "Buona Scuola", la domanda deve essere presentata tra l'1 settembre e il 31 dicembre di ogni anno.

Il preside è tenuto a trasmettere il decreto alla Ragioneria Territoriale in un termine compreso tra i 30 e i 90 giorni.

Il Ministero dell'Istruzione deve comunicare la pratica al Ministero dell'economia entro il 28 febbraio.

Sentenza Cassazione n. 2037 del 2013

Nel calcolo dell'anzianità di servizio, il docente che ha prestato servizio in una scuola ed è poi transitato nei ruoli di un'altra scuola di livello superiore, ha diritto al cumulo degli anni di insegnamento svolti in entrambe le scuole, e all'ottenimento dei connessi benefici giuridici ed economici.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con sentenza n. 2037 del 29/1/2013, censurando l'orientamento del MIUR di negare il riconoscimento del servizio svolto nelle scuole inferiori agli insegnanti transitati nei ruoli superori, in sede di ricostruzione della carriera.

Mobilità verticale e orizzontale

Il passaggio di un insegnante da una scuola all'altra è definita mobilità e può essere suddivisa in tre tipologie:

- mobilità verticale verso l'alto: è il passaggio da un ruolo inferiore a un ruolo superiore (ad esempio, nel caso in cui si transiti dalla scuola primaria a quella secondaria);

- mobilità verticale verso il basso: è il passaggio inverso;

- mobilità orizzontale tra ruoli superiori: è il transito da un ruolo ad un altro di pari livello;

In tutti i casi sussiste il diritto del riconoscimento degli anni prestati nell'istituto precedente.

Pre-ruolo, sentenza della Curia Europea

La Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha stabilito che gli anni di servizio pre-ruolo prestati da insegnanti precari vanno computati per intero nell'anzianità di servizio.

La maggior parte dei docenti e ATA assunti dopo il 1999 possono ora far valere i prorpi diritti nei confronti del MIUR e ottenere il riconoscimento degli anni di servizio svolti prima dell'ammissione in ruolo.

Ricostruzione della carriera

I suddetti riconoscimenti avvengono attraverso la ricostruzione della carriera.

Tale procedura deve essere richiesta dall'interessato all'istituto scolastico di appartenenza. In caso di diniego è opportuno fare ricorso in quanto vi sono ottime probabilità di accoglimento.

Ricorsi

Lo Studio Legale Scafetta effettua i ricorsi per l'ottenimento dei benefici sopra descritti.

L'interessato può optare per un ricorso individuale o aderire a uno dei ricorsi collettivi che periodicamente vengono avviati.

La scelta è strettamente personale. Un ricorso collettivo è sicuramente più economico, uno individuale garantisce una maggiore aderenza alle esigenze personali e alle tempistiche del cliente.

In entrambi i casi il ricorrente può contare sulla massima professionalità ed efficacia dei nostri avvocati ed avere la certezza di ottenere il miglior risultato possibile.

Per maggiori informazioni sulla fattibilità e sulle modalità del ricorso contattaci e descrivici la tu situazione. Valuteremo i requisiti e ti consiglieremo se e quale strada intraprendere.

seguici su facebook   seguici su google twitter   seguici su google plus
Studio Legale Scafetta, v.le Africa 120 - 00144 Roma, tel. 06 5922359
© 2009 - 2018 tutti i diritti riservati