STUDIO LEGALE
SCAFETTA
avvocato appalti pubblici a Roma, Milano e Napoli
consulenza legale online
consulenza legale on line
Roma - tel. 06 83394702
Milano - tel. 02 39198385
Napoli - tel. 081 19309763
info@studiolegalescafetta.it

Appalti pubblici

Forniamo consulenza alle imprese e alle pubbliche amministrazioni nel delicato settore dei contratti, appalti pubblici e concessioni di lavori, servizi e forniture.

Si tratta di una materia complessa, in continua evoluzione, per la quale l’aggiornamento costante e continuo rappresenta una necessità inderogabile.

In tale ottica, i nostri professionisti dedicano grande impegno allo studio di tutti i provvedimenti normativi e dei casi particolari che caratterizzano il mondo degli appalti pubblici.

Complessità della materia

Chi partecipa ad una pubblica gara regolata da un bando, per l’assegnazione di lavori, servizi o forniture, deve confrontarsi con una mole notevole di regole e prescrizioni, non sempre chiare e lineari.

Talvolta in un tale groviglio di regole risulta difficile districarsi perfino agli agenti amministrativi responsabili del procedimento.

Inoltre il rapporto che si instaura con la Pubblica Amministrazione non sempre si fonda sul dialogo e la collaborazione.

Tuttavia il titolare di un’azienda che concorre per aggiudicarsi un contratto pubblico, oltre ad assicurare l’utile d’impresa, ha la responsabilità di tutelare il lavoro dei propri dipendenti, le cui sorti possono cambiare per via di un errore amministrativo commesso da una stazione appaltante.

A volte, in fine, capita che l’impegno e la passione che un imprenditore dedica al proprio lavoro vengano mortificati da dinamiche opache e strumentali al raggiungimento di obiettivi contrastanti con i fini istituzionali.

Questi risultano essere, purtroppo, i fattori che connotano la giungla del settore appalti pubblici e su cui dobbiamo sostenere i nostri clienti.

A tal fine, la competenza, la formazione e l’aggiornamento diventano basilari per affrontare, con la preparazione, situazioni che non si verificano in altri ambiti del diritto.

Lo Studio Scafetta offre consulenza nel settore tramite i propri esperti e professionisti, i quali sanno elaborare sempre la migliore strategia possibile in relazione alla situazione e alle circostanze, adottando la decisione più idonea al raggiungimento degli scopi prefissati.

Il cliente viene supportato nella gestione dell’intero procedimento amministrativo, dall’emanazione del bando, alla stipula e alla successiva esecuzione.

Forniamo alle aziende tutta l’assistenza necessaria a svolgere nel migliore dei modi le procedure legate agli appalti, dall’esame del bando, alla predisposizione delle dichiarazioni da rendere in sede di gara, ai pareri da richiedere all’ANAC o all’autorità di Vigilanza, a istanze, diffide e quant’altro.

Siamo in grado di elaborare le migliori strategie basate sulla scelta tra le diverse formule che il cliente può utilizzare nella compilazione dell’offerta (avvalimento, subappalto, appalto integrato, offerta in ATI, ecc…).

Districarsi fra essi e individuare la migliore soluzione richiede preparazione, esperienza e aggiornamento.

Il codice dei contratti pubblici

Con decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 è stato emanato il codice che regola la materia degli appalti abrogando il precedente codice degli appalti Dlgs 163/2006.

Il codice dei contratti pubblici regolamenta, in maniera approfondita e specifica, tutte le fasi della spesa pubblica, dalla programmazione, all'avvio delle procedure negoziali, all'affidamento delle commesse, all'esecuzione contrattuale, ai pagamenti.

Indica inoltre i requisiti che devono essere posseduti sia dagli agenti amministrativi delle stazioni appaltanti che dalle aziende che intendono fornire beni e servizi alla pubblica amministrazione.

Il Codice dei contratti pubblici ha provveduto a dare una sistemazione organica e coerente alle varie disposizioni di interesse e previsto diverse novità ma, come detto, le emergenti problematiche rendono quello degli appalti pubblici un settore in continua evoluzione.

Il recentissimo D.L. 32/2019, che ha modificato il D.Lgs n. 50/2016, ha introdotto numerose e dirompenti novità, in relazione, nello specifico, alle procedure sottosoglia, alla semplificazione nella verifica dei requisiti (inversione procedimentale, mercati elettronici), alla nuova configurazione dei criteri di aggiudicazione, ai nuovi criteri di calcolo delle offerte anomale, alla semplificazione della progettazione per le manutenzioni, alle nuove norme per l’appalto integrato ecc…

Infine, la soppressione del rito superspeciale nel Codice del processo amministrativo che tante discussioni aveva alimentato, ha segnato il ritorno al sistema ordinario, non essendo più previsti quei termini dimezzati che il legislatore aveva ideato.

Autorità Nazionale Anti Corruzione

Con legge 6 novembre 2012, n. 190 (nota anche come legge Severino) è stata istituita L'Autorità Nazionale Anti Corruzione.

L'ANAC, oltre ai compiti di vigilanza e sanzione, assolve alla funzione di arricchire il nutrito insieme di norme che regolano la materia degli appalti pubblici attraverso l'emanazione di direttive e linee guida a cui le stazioni appaltanti devono attenersi nello svolgimento dell'attività amministrativa.

L'ANAC dispone anche una serie di controlli che la Pubblica Amministrazione deve effettuare nei confronti delle imprese che partecipano alle gare per l'affidamento di appalti pubblici.

Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione

Il MEPA è la piattaforma telematica in cui si svolge la quasi totalità delle transazioni svolte dalla Pubblica Amministrazione.

Il ricorso al MEPA è obbligatorio per le stazioni appaltanti e consente la digitalizzazione degli adempimenti burocratici e delle procedure necessarie per l'affidamento degli appalti.

Le imprese che intendono fornire i propri servizi allo Stato devono necessariamente iscriversi alla piattaforma presentando una serie di documenti e svolgendo apposite procedure on line.

Fatturazione elettronica

I pagamenti della Pubblica Amministrazione possono essere effettuati esclusivamente dietro presentazione di fattura elettronica pertanto le imprese contraenti devono essere abilitate all'emissione di tale documento.

La fattura elettronica è ormai diventata obbligatoria anche nelle transazioni tra imprese e pertanto non rappresenta più un requisito qualificante, in ogni caso si tratta di un adempimento necessario che si somma alla massa di obblighi in capo all'imprenditore che intenda contrarre con lo Stato.

Avvocati con profonda esperienza negli appalti pubblici

Lo Studio Legale Scafetta, avendo un’impostazione prevalentemente amministrativistica, è in grado di assicurare un’adeguata assistenza difensiva nei giudizi innanzi ai vari Tribunali amministrativi Regionali e al Consiglio di Stato.

I nostri avvocati e consulenti operano a Roma, Milano e Napoli, posseggono una profonda esperienza nell'assistenza alle imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione in tutte le fasi dell'appalto.

Ovviamente, in coerenza con la primaria regola dello studio, tentiamo sempre di risolvere le questioni in via transattiva evitando ove possibile il contenzioso, perché siamo convinti che la vera vittoria del cliente sia quella di far valere i propri diritti fuori dal tribunale.

seguici su facebook   seguici su google twitter   seguici su google plus
Studio Legale Scafetta, v.le dei Primati Sportivi 19 - 00144 Roma, tel. 06 5922359
© 2009 - 2020 tutti i diritti riservati